Benedetti Magazine

Legno e Design: da Sheakspeare a Renzo Piano

Per fare un tavolo, ci vuole il legno...così recita la famosa canzoncina di Gianni Rodari. In realtà con il legno si può fare una casa intera: ancora oggi è tra i materiali più e resistenti utilizzati nella costruzione di edifici e oggetti di design.

Ripercorrendo l’utilizzo del legno in architettura, incontriamo costruzioni e stili in tutto il mondo e in tutte le epoche: dal progetto di Leonardo da Vinci, che nel 1494 progettò una casa mobile prefabbricata in legno per il parco della duchessa Isabella Sforza, alla tecnica del blockbau, che grazie alle proprietà antisismiche e meccaniche del legno, è diffusa ancora oggi per le case a basso consumo energetico.

Il famosissimo Globe Theatre Shakespeariano di Londra è costruito intermante in legno, così come la sua riproduzione a Roma. Il teatro originale è del 1599 ma la struttura che possiamo visitare oggi a Londra è del 1996, ed è l'ultima di diverse ricostruzioni. 

Più recente è il sistema definito ballon frame: strutture di tavoloni in legno intelaiati tra loro. Molto diffuso in Nord America dalla seconda metà dell’Ottocento e ancora utilizzato per l’edilizia residenziale anche grazie alle proprietà isolanti delle strutture in legno. Basta passeggiare per le strade di San Francisco e Chicago per capire l’importanza che il legno ha avuto nella storia dell’architettura nordamericana.

Molti tra i più famosi architetti a livello mondiale hanno progettato almeno una volta utilizzando il legno strutturale: il finlandese Alvar Aalto ne era innamorato, Jean Prouvè e Walter Gropius progettano strutture prefabbricate in legno da montare in poco tempo e ovunque, Arne Jacobsen e molti altri si caratterizzano per il massiccio utilizzo del legno strutturale nei loro progetti.

Grazie alle sue caratteristiche straordinarie, è biodegradabile, richiede un basso consumo di energia per la sua produzione e non è inquinante, il legno è ancora oggi molto utilizzato, e non solo nell’architettura residenziale. Tra i più convinti utilizzatori del legno in architettura spiccano Matteo Thun e Renzo Piano che vedono nel legno il materiale naturale da riscoprire e valorizzare per creare nuove forme.

Basta pensare all’Auditorium di Roma, in cui il ciliegio americano è il protagonista principale e dà calore ad un interno dalle linee minimal e fortemente high tech nel contenuto. Il legno offre un'acustica perfetta e qualità estetiche eccellenti per un auditorium. Inoltre, è molto resistente e facile da lavorare.

Photocredit: flickr.com

 

Articoli in Evidenza

Un compleanno ben riuscito!
1968-2018, 50 anni Mobilificio Benedetti
Qualcosa di nuovo, qualcosa di vecchio, qualcosa di prestato...